GIOELE DE COSMO MIGLIOR ITALIANO UNDER23 A VALLNORD

Nella terza tappa della Coppa del Mondo XCO il piemontese del Team Trek Selle San Marco chiude 11º posto, primo degli italiani.

La terza tappa delle Coppa del Mondo XCO a Vallnord era una delle più temute perché si correva in altura e su un percorso tecnico e molto duro.

Inoltre venerdì durante le prove il portacolori del Team Trek Selle San Marco Gioele De Cosmo era incappato in una brutta caduta che lo ha lasciato dolorante.
L’umore alla partenza non era quindi dei migliori, ma come ci ha abituato ultimamente, Gioele ha tirato fuori dal cappello una gara davvero ottima chiudendo in 11ª posizione assoluta tra gli Under23 e soprattutto confermando di essere il primo italiano in classifica.

Oggi è andata davvero bene. Dopo la caduta di venerdì, dove ho rotto il casco e mi ha lasciato dolorante, non pensavo di riuscire a fare questo risultato. Corsa regolare insieme ad Avondetto andando a recuperare, ho spinto un po’ nella seconda metà di gara arrivando alla 9ª posizione, ma nell’ultimo giro ho perso un po’. Ora si pensa a Les Gets dove si cerca di entrare in Top10”.


GIOELE DE COSMO BEST ITALIAN UNDER23 IN VALLNORD
In the third stage of the XCO World Cup the rider of Team Trek Selle San Marco from Piedmont closes in 11th place, first of the Italians.

The third stage of the XCO World Cup in Vallnord was one of the most feared because it was run on altitude and on a technical and very hard course.

On Friday during practice, the rider of Team Trek Selle San Marco Gioele De Cosmo had a bad fall that left him in pain.

The mood at the start was therefore not the best, but as he has accustomed us lately, Gioele pulled a really good race out of the hat closing in 11th overall position among the Under23 and above all confirming to be the first Italian in the standings.

Today went really well. After the crash on Friday, where I broke my helmet and left me in pain, I didn’t think I could do this. Regular racing together with the Avondetto, I pushed a little in the second half of the race arriving at the 9th position, but in the last lap I lost a little. Now we think of Les Gets where we try to get into Top10“.

SAMUELE PORRO CONFERMA LA MEDAGLIA D’ARGENTO AL CAMPIONATO EUROPEO

Sul percorso norvegese Porro e Rabensteiner protagonisti assoluti della gara. Samuele conferma il secondo posto, come lo scorso anno, mentre Fabian chiude al quinto posto.

C’è mancato poco anche questa volta, Samuele Porro ci ha provato fino alla fine, ma sfortunatamente anche quest’anno si è dovuto accontentare del secondo posto al Campionato Europeo UEC Marathon che si correva a Kvam, in Norvegia.

Lui e Fabian Rabensteiner sono stati protagonisti per tutti gli 89 km del tracciato battagliando fino alla fine. Samuele ha purtroppo perso la volata con il portoghese Tiago Ferreira, mentre Fabian non ha avuto le gambe per rispondere all’attacco finale ed ha chiuso con un comunque ottimo quinto posto assoluto.

Io ci ho provato” ha detto Fabian Rabensteiner al termine. “Ci ho creduto fino alla fine, ma sull’ultimo strappo, quando è scattato Tiago mi sono venuti i crampi e non sono riuscito a rispondere. Peccato, ma sono molto contento per Samuele e il suo argento”.

Sinceramente a metà gara non pensavo di chiudere con questo risultato. Siamo partiti molto forti, ma ne io ne Fabian siamo riusciti a prendere le discese in testa e quindi non abbiamo fatto la differenza. Quindi nella seconda parte della gara, quella più veloce sono rientrati in tanti, tra cui anche Ragnoli. Juri ha detto che subito non era super giornata e quindi ha lavorato per la nazionale cercando di stancare Ferreira e Inek. Sull’ultimo strappo è partito Tiago e io non sono riuscito a tenergli la ruota e mi ha preso quei 3 secondi con cui ha vinto. Peccato per il secondo posto, ma davvero la seconda parte era troppo veloce e da passista per il miei 60kg scarsi. Vedo comunque il bicchiere mezzo pieno e sono molto contento del secondo posto”. Queste le parole di Samuele Porro dopo la gara.

Ancora una volta il Team Trek Selle San Marco si conferma come una delle squadre Marathon più forti d’Europa con due atleti nei primi 5 assoluti. 


SAMUELE PORRO CONFIRMS THE SILVER MEDAL AT THE EUROPEAN CHAMPIONSHIP
On the Norwegian course Porro and Rabensteiner absolute protagonists of the race. Samuele confirms second place, like last year, while Fabian closes in fifth place.

Samuele Porro tried to win till the end, but unfortunately he had to settle for second place in the European UEC Marathon Championship which was held in Kvam, Norway.

He and Fabian Rabensteiner have been protagonists for all the 89 km of the track fighting for the win till the last kilometres. Unfortunately Samuele lose the sprint with the Portuguese Tiago Ferreira, while Fabian did not have the legs to respond to the final attack and ended up with an excellent fifth place overall.

I tried” Fabian Rabensteiner said at the end. “I believed in it until the end, but on the last attack from Tiago I got cramps and couldn’t follow. Too bad, but I am very happy for Samuele and his silver“.

Honestly at half race I didn’t think in this result. We started very strong, but neither I nor Fabian managed to take the downhill in first position and so we didn’t make a difference. In the second part of the race, the fastest one, in a big peloton, including Ragnoli. Juri said that it wasn’t in great shape, so he worked for the national team trying to tire Ferreira and Inek. On the last climb Tiago attacked and I couldn’t keep the wheel and he took those 3 seconds with which he won. Too bad for second place, but really the second part was too fast and rolling for my 60 kilos. I still see the glass half full and I am very happy with the second place ” said Samuele Porro after the race.

Once again the Team Trek Selle San Marco Team is confirmed as one of the strongest Marathon teams in Europe with two athletes in the Top5.

SAMUELE PORRO CAMPIONE ITALIANO XCM PER LA QUARTA VOLTA. RABENSTEINER QUARTO. 

Ad Aielli (Aq) Samuele Porro riconferma la sua maglia tricolore dopo una gara molto tattica. Fabian Rabensteiner sul podio con il 4º posto.

Vincere un campionato italiano marathon quando si è il favorito assoluto è difficile, ancora più difficile è farlo quando devi riconfermare la maglia indossata per un anno, ma tutte queste difficoltà non sembra averle incontrate Samuele Porro alla Sirente Bike Marathon di Aielli (Aq), prova che assegnava la maglia tricolore di specialità 2019.
Per la quarta volta in carriera il biker del Team Trek Selle San Marco indossa la maglia tricolore élite di specialità.
A poche posizioni da lui anche uno splendido Fabian Rabensteiner che dopo una gara da protagonista chiude al 4º posto assoluto. 

Il campionati italiano Marathon 2019 per il Team Trek Selle San Marco è stata una vera e propria gara di squadra. Michele Casagrande, Damiano Ferraro, Samuele Porro e Fabian Rabensteiner partivano tutti con l’obiettivo di vincere e la forma fisica giusta per poterlo fare. 
Sono stati proprio loro a fare gara dura fin dalla prima salita con Ferraro che ha alzato il ritmo per scremare il gruppo, si sono ritrovati cosi in 3 davanti insieme a Juri Ragnoli. Più passavano i chilometri e più Porro e Rabensteiner dimostravano di stare bene, mentre Casagrande e Ferraro accusavano la stanchezza e decidevano di fermarsi dopo 60km di gara.
A quel punto sul quartetto di testa erano rientrati Mensi e Longo. All’inizio dell’ultima salita Rabensteiner decideva di abbassare un po’ il ritmo, mentre Porro aggrediva a ruota di Ragnoli. Nell’ultima discesa Samuele ha messo in gioco tutta la sua abilità tecnica per staccare Ragnoli, che nel frattempo era anche rallentato da una perdita d’aria nel copertone anteriore, e presentarsi tutto solo, con quasi 3 minuti do vantaggio, sul traguardo di Aielli ed indossare cosi la sua 4ª maglia tricolore.
Fabian, che aveva proceduto sempre con il suo ritmo, conquistava un ottimo 4º posto.
Dopo questa ottima prova del Team Trek Selle San Marco il pensiero va, con il sorriso, al prossimo Campionato Europeo XCM che si terrà tra una settimana in Norvegia.

TEAM TREK SELLE SAN MARCO: CAMPIONE ITALIANO MARATHON 2019! CHE SPETTACOLO!


SAMUELE PORRO XCM ITALIAN CHAMPION FOR THE FOURTH TIME. RABENSTEINER FOURTH.
IN Aielli (Aq) Samuele Porro reconfirms his national jersey after a very tactical race. Fabian Rabensteiner on the podium with 4th place.

Winning an Italian marathon championship when it is the absolute favorite is difficult, even more difficult is to do it when you have to reconfirm the jersey worn the year before, but all these difficulties do not seem to have met Samuele Porro at Aielli’s Sirente Bike Marathon (Aq), where he won the Italian Marathon Championship.
For the fourth time in his career, the Trek Selle San Marco Team biker conquers the title.
Not far from him Fabian Rabensteiner in 4th place overall.

The Italian Marathon championships 2019 for Team Trek Selle San Marco was a real team race. Michele Casagrande, Damiano Ferraro, Samuele Porro and Fabian Rabensteiner started with the goal of winning and the right physical form to do it.
They were the ones who made the race hard since the first ascent with Ferraro who raised the pace to skim the group, they found themselves in front together with Juri Ragnoli. The more the kilometers they rode, the more Porro and Rabensteiner proved to be doing well, while Casagrande and Ferraro felt tired and decided to stop after 60km.
At that point Mensi and Longo returned in the head of the race. At the beginning of the last climb Rabensteiner decided to lower the pace a little, while Porro attacked Ragnoli. In the last descent, Samuele put all his technical ability into dowhill open a gap on Ragnoli, who in the meantime had also slowed down due to an air leak in the front tire, with almost 3 minutes of advantage he crossed the Aielli’s finish line and wear his 4th national champion jersey.
Fabian, who had always proceeded with his rhythm, closed with an excellent 4th place.
After this excellent performance by the Trek Selle San Marco Team, the thought goes, with a smile, to the next European XCM Championship which will take place in a week in Norway.

TEAM TREK SELLE SAN MARCO: ITALIAN MARATHON CHAMPION 2019! WHAT A SHOW!

PORRO E RABENSTEINER CONVOCATI PER L’EUROPEO MARATHON

Si correrà il prossimo 2 luglio a Kvam, in Norvegia, il Campionato Europeo XCM 2019. Oggi è arrivata la convocazione ufficiale in maglia azzurra per Samuele Porro e Fabian Rabensteiner. 

Lo scorso anno si era corso “in casa” sul tracciato della Tiliment Marathon Bike di Spilimbergo (Pn) ed era andata molto bene, purtroppo la maglia continentale era sfuggita per un soffio, ma Samuele Porro e Fabian Rabensteiner avevano rispettivamente conquistato un argento e un bronzo.
Quest’anno invece si gareggerà sul poco conosciuto tracciato norvegese, ma per il Team Trek Selle San Marco ci saranno ancora Samuele e Fabian.
Sono infatti appena arrivate le convocazioni ufficiali dalla Nazionale Italiana FCI e il commissario tecnico Mirko Celestino ha convocato, nella rosa di 8 atleti, i 2 alfieri del team Trek Selle San Marco Porro e Rabensteiner. 


PORRO AND RABENSTEINER CALLED FOR EUROPEAN MARATHON CHAMPIONSHIP
The European XCM Championship 2019 will be held on 2nd July in Kvam, Norway. Today the official call-up from the national team for Samuele Porro and Fabian Rabensteiner.

Last year they raced “at home” on the Tiliment Marathon Bike’s course of Spilimbergo (Pn) and it had gone very well Samuele Porro and Fabian Rabensteiner had respectively won a silver and a bronze medal.
This year they will compete far away, on a little-known Norwegian track, but for the Team Trek Selle San Marco there will still be Samuele and Fabian.
In fact, the official communication from the Italian FCI just arrived and the technical commissioner Mirko Celestino has called, in the list of 8 athletes, the 2 riders Trek Selle San Marco Porro and Rabensteiner.

GIOELE DE COSMO CHIUDE INTERNAZIONALI D’ITALIA SERIES AL TERZO POSTO UNDER23

Gioele De Cosmo a La Thuile ci ha provato fino alla fine. Ha dato tutto, ma non è bastato per conquistare la maglia di leader del circuito che comunque chiude con un ottimo terzo posto assoluto. Michele Casagrande è 31º. 

Era la gara nella gara, Gioele De Cosmo si giocava la leadership della categoria Under23 di Internazionali d’Italia Series 2019 proprio nell’ultima tappa, quella di La Thuile.
Gioele ci ha provato. Partito fortissimo per cercare di staccare Zanotti e conquistare quei punti necessari a vestire la maglia.
Purtroppo nonostante l’ottima gara è calato un po’ nel finale ed ha chiuso in sedicesima posizione proprio alle spalle del suo diretto avversario. Per lui arriva comunque il terzo posto finale in classifica generale del circuito e la consapevolezza di essere lì davanti a combattere per il primato di categoria, cosa molto importante quando manca poco più di un mese al campionato italiano XCO.
Ci ho provato, volevo davvero fare bene e conquistare la maglia”, ha detto Gioele. “Purtroppo sono mancato un po’ nel finale e ho avuto anche un piccolo problema al cambio. Peccato perché volevo davvero la maglia“.

In gara anche Michele Casagrande. Per lui una prova in chiaroscuro che lo ha visto chiudere al 31º posto assoluto su un percorso non facile per le sue caratteristiche di uomo da lunghe distanze.


[ENGHLISH VERSION]

GIOELE DE COSMO THIRD PLACE UNDER23 AT INTERNAZIONALI D’ITALIA SERIES
Gioele De Cosmo in La Thuile tried really hard. He gave everything, it was not enough to win the leader’s jersey of the circuit, but he closes with an excellent third place overall. Michele Casagrande is 31st.

A race inside the race, Gioele De Cosmo was fighting for the leadership of the Under23 category in 2019’s Internazionali d’Italia Series in the last stage in La Thuile.
Gioele tried hard. A very strong start to try to drop Zanotti and conquer those points needed to wear the leader jersey.
Despite the excellent race he slow down a bit in the last laps and finished in 16th position right behind his direct opponent. At th end he’s third in the overall classification, but he knows is able to fight for the category win,  very important when there is little more than a month left before the Italian XCO championship.
I gave blood, I really wanted to do well and win the jersey,” said Gioele. “Unfortunately I didn’t the right shape in the last laps and I also had a small issue at the dearilleur. It’s a pity because I really want to win“.

Michele Casagrande was also at the start. For him a good test, he finish in 31st place overall on a track not easy for a long distance racer.

PORRO AD UN SOFFIO DAL PODIO ALLA HERO DOLOMITES

Gara positiva per il Team Trek Selle San Marco che piazza 3 atleti nella Top20. Porro chiude 4º, Rabensteiner 7º e Casagrande 18º. Purtroppo Ferraro è stato costretto al ritiro. 

La Hero Südtirol Dolomites è quella gara dove ci si gioca il tutto per tutto, si lotta fino allo stremo delle proprie forze e anche quest’anno i ragazzi del Team Trek Selle San Marco hanno onorato alla grande questo appuntamento.
Partiti tutti bene sono rimasti nelle prime posizioni del gruppo fino a quando davanti son iniziati i fuochi d’artificio. A quel punto Samuele Porro ha dimostrato di avere la gamba giusta ed ha cercato il podio, chiudendo ad un soffio da esso in 4ª posizione.
Anche Fabian Rabensteiner ha tenuto le prime posizioni del gruppo transitando al 7º posto sotto al traguardo.
Giornata positiva per Michele Casagrande, alla prima gara “di peso” dopo l’infortunio, tiene un ottimo ritmo e chiude al 18º posto.
Purtroppo Damiano Ferraro è stato costretto al ritiro a metà gara.

Le dichiarazioni degli atleti del team Trek Selle San Marco all’arrivo:
Porro
: “4º posto leggermente amaro. Ci ho creduto e pensavo di riuscire a staccare Arias nell’ultima salita, ma sopra i 2.000 metri aveva qualcosa in più e mi è andato via. Peccato perché volevo proprio un podio, ma il lato positivo è che la gamba c’è e tutto è andato per il meglio. Il team e le bici sono state perfette. Buone sensazioni per l’Italiano“.

Rabensteiner: “Buone sensazioni oggi, ho provato a correre bene e regolare dall’inizio alla fine, peccato per una foratura prima dell’Ornella dove ho perso un minuto e mezzo. Poi ho pedalato un po più forte del previsto per rientrare su Longo, ma poco prima dello scollinamento al Passo Duron ho avuto una piccola crisi e ho perso un po’ di terreno. Comunque sono contento delle sensazioni ed ora guardiamo avanti all’italiano“.

Casagrande: “Per me è stata una giornata tutto sommato positiva, avevo buone sensazioni! Sul finale sono calato un po’, ho dovuto fare due  pitstop per un problema al manettino del cambio e poi ho sbagliato strada perdendo qualche secondo“.


PORRO ONE STEP AWAY FROM THE PODIUM AT THE HERO DOLOMITES
Positive race for the Team Trek Selle San Marco which places 3 athletes in the Top20. Porro 4th, Rabensteiner 7th and Casagrande 18th. Ferraro forced to retire.

The Hero Südtirol Dolomites is the race where you give everything you have, you fight to the end of your strength and this year the guys of Team Trek Selle San Marco honored this event.
In the first part of the race they remained  in the top positions until the fireworks began in front. At that point Samuele Porro proved to have the right pace and tried to race for the podium, closing in 4th position.
Fabian Rabensteiner also held the first positions of the group and after the fiish line he’s in 7th place.
Positive day for Michele Casagrande, at the first important race after the injury, he keeps a great pace and closes in 18th place.
Unfortunately, Damiano Ferraro was forced to retire halfway through the race.

Quotes from the Team Trek Selle San Marco’s atheltes after the race
Porro
: “4th place bittersweet. I thought I could get the third place leavin Arias on the last climb, but above 2,000 meters he had something more and dropped me. Too bad because I really wanted a podium, but the positive side is that the I’m feeling fit and everything went well. The team and the bikes were perfect, good sensations for the Italian Champs“.

Rabensteiner: “Good feelings today, I tried to race well and keep a right pace from start to finish, too bad for a puncture before Ornella Hut where I lost a minute and a half. Then I pedaled a little harder than expected to get back on Longo, but just before the Duron Pass I had a small crisis and lost some ground, but I’m happy with the sensations and now we look forward to the Italian Chgamps“.

Casagrande: “For me it was a positive day, I had good sensations! At the end I dropped a bit, I did two pitstops due to a gearbox problem and then I made a mistake taking a wrong turn, losing a few seconds”.

SAMUELE PORRO SECONDO ALLA GRAN PARADISO BIKE

Alla Gran Paradiso Bike Samuele Porro sale sul secondo gradino del podio di una gara graziata dal meteo. A Lavarone invece tanta sfortuna per Michele Casagrande che quando era nel gruppo di testa rompe il cambio a causa di un pezzo di legno.

Da una parte tutto è andato per il verso giusto, dall’altra invece la sfortuna si è accanita.
Alla Gran Paradiso Bike di Cogne Samuele Porro ha portato i colori del Team Trek Selle San Marco sul secondo gradino del podio. Nonostante il cielo minaccioso la pioggia ha atteso che i primi bikers transitassero sotto il traguardo per scatenare la sua ira.
Samuele ha corso sempre in testa, cercando di attaccare sulla lunga salita e risparmiando energie nella discesa divertente, ma esposta. Sul rettilineo finale volata per la vittoria con Simone Avondetto che oggi ne aveva più del comasco.

Oggi ci siamo salvati dalla pioggia, abbiamo fatto la gara quasi completamente asciutta. Io avevo la gamba un po’ affaticata e non riuscivo a fare un ritmo che facesse la differenza. Al GPM ho attaccato, ma non riuscivo a staccare Avondetto. Ho fatto la discesa senza rischiare e sono arrivato in volata al traguardo. Ci ho provato, ma Simone aveva un’altra marcia. Un buon secondo posto anche se non sono completamente soddisfatto“.

Tanta sfortuna invece per Michele Casagrande che alla 100KM dei Forti, dopo 2 ore e mezza di gara rompeva il cambio in un tratto pianeggiante e facile, un ramo che entra nei raggi e ha strappato di netto il deragliatore posteriore costringendolo al ritiro.

Giornata negativa. Peccato perché nelle prime due ore le sensazioni erano buone. Riuscivo a rispondere sempre bene alle accelerazioni. Poi una piccola crisi, ma ho recuperato bene… prima di rompere“.


SAMUELE PORRO SECOND TO THE GRAND PARADISO BIKE
At the Gran Paradiso Bike Samuele Porro gets on the second step of the podium.  In Lavarone bad luck for Michele Casagrande, he breaks the rear derailleur.

On the one hand everything went the right way, on the other hand the bad luck hits Team Trek Selle San Marco.

At the Gran Paradiso Bike in Cogne, Samuele Porro take Trek Selle San Marco Team to the second step of the podium. Despite the threatening sky the rain waited for the first bikers to pass under the finish line to unleash his wrath.
Samuele always rode in the lead, trying to attack on the long climb and saving energy in the fun but exposed descent. On the final sprint for the victory his beaten only by Simone Avondetto, in great shape today.

Today we saved ourselves from the rain, we made the race almost completely dry. I wasn’t in my best shape and I couldn’t keep a pace that made the difference. At GPM I attacked, but I couldn’t get Avondetto off. I rode the exposed downhill without risking and I gave 100% in the final sprint, but Simone was faster today. A good second place even though I’m not completely satisfied“.

So much bad luck instead for Michele Casagrande that at the 100KM dei Forti, after 2 and a half hours of race he broke the rear derailleur in a flat and easy part, a branch enters in the wheel and ripped out the rear derailleur forcing him to retire.

Bad day. Too bad because in the first two hours the shape was good. I could always respond well to attack. I had a small crisis, but I recovered in short time… before breaking“.

FABIAN RABENSTEINER TERZO ALLA CAPOLIVERI LEGEND CUP

Il 10º anniversario della gara Elbana ha regalato un bellissimo terzo posto al Team Trek Selle San Marco grazie a Rabensteiner. Buona gara anche per Samuele Porro 6º al traguardo. 14º Damiano Ferraro.

La Capoliveri Legend Cup Marathon con i suoi 80 km e oltre 3000 metri di dislivello è una delle più dure del panorama italiano, ma anche una delle più belle. Quest’anno inoltre si festeggiava anche il 10º compleanno di questa gara. Per tutti questi motivi, ma anche perché era valida come prova del UCI World Marathon Series il Team Trek Selle San Marco si è presentato a ranghi , quasi, completi.
Al via Damiano Ferraro, Fabian Rabensteiner, Samuele Porro e Jessica Pellizzaro.

Fina dalle prime battute gli alfieri del Team Trek Selle San Marco hanno tenuto il gruppo di testa dimostrando di avere un’ottima forma.
Davanti Fabian e Samuele tenevano alto il ritmo, Damiano ha accusato un paio di “fuorigiri” ed ha così proseguito a ritmo regolare, nel secondo gruppo inseguitore, andando a chiudere con un crescendo finale in 14ª posizione assoluta.
Samuele doveva capire come reagiva il suo corpo dopo un lungo periodo senza gare e ha visto che la risposta era ottima, ma dopo metà gara ha abbassato il ritmo per non consumarsi troppo e provare a attaccare nel finale. Tattica positiva che lo ha potato a chiudere in 6ª posizione.

Gara più che positiva per Fabian Rabensteiner che ha gestito le sue energie al meglio, partendo tranquillo, ma tenendo sempre la testa della corsa nelle prime discese tecniche. Nella seconda metà di gara ha invece aperto il gas recuperando posizioni su posizione e concludendo terzo.
Queste le sue parole al termine: “non pensavo di stare così bene, ma devo ammettere che sono stati molto preziosi i consigli che mi hanno dato Samuele e Damiano alla vigilia, loro conoscevano molto bene il tracciato e questo mi ha permesso di poter gestire al meglio la gara. Sono partito piuttosto tranquillo, ma cercando di prendere tutte le prime discese in testa in modo da salvare un po’ di gamba e fiato. Dopo circa 1 ora 30 mi sono trovato con Ragnoli e insieme abbiamo alzato il ritmo andando a riprendere tutti quelli che c’erano davanti, quasi visto che ci mancava il vincitore e alla fine Juri è andato via prendendo il 2º posto. Sono molto contento soprattutto perché non ho sofferto la distanza e ho terminato la gara senza crisi come alla Tiliment”.

Ritiro per Jessica Pellizzaro dopo il famigerato “Muro dell’Elba”.

[english version]
FABIAN RABENSTEINER THIRD AT THE CAPOLIVERI LEGEND CUP
The 10th anniversary of the Elba Island race gave the Team Trek Selle San Marco a wonderful third place with Rabensteiner. Good race also for Samuele Porro 6th at the finish line. 14th Damiano Ferraro.

The Capoliveri Legend Cup Marathon with its 80 km and over 3000 meters of climb is one of the hardest in the Italian scene, but also one of the most beautiful. This year also celebrated the 10th birthday of this race. For all these reasons, but also because it was part of the UCI World Marathon Series, the Team Trek Selle San Marco was at the start with 4 riders: Damiano Ferraro, Fabian Rabensteiner, Samuele Porro and Jessica Pellizzaro.

From the very beginning, the Team Trek Selle San Marco’s biker held the leading group, demonstrating to have an excellent form.
In front Fabian and Samuele kept the pace high, Damiano accused a couple of “overspeeds” and thus continued at a steady pace, in the second pursuer group, with a final crescendo that allow him to finish in 14th position.
Samuele had to understand how his body reacted after a long period without competitions and saw that the response was excellent, but after half race he lowered the pace to not consume the energies too much and try to attack in the final. Positive tactic that take him to close in 6th position.

More than positive race for Fabian Rabensteiner who managed his energies at best, starting quietly, but always keeping the head of the race in the first technical descents. In the second half of the race he opened the gas, recovering positions on position and finishing third.
These are his words at the end: “I didn’t think I felt so good, but I have to admit that the advice Samuele and Damiano gave me on the eve were very precious, they knew the track much better than me and this allowed me to be able to better manage the race. I started rather calmly, but trying to take all the first descents on my head in order to save a bit of leg and breath. After about 1 hour 30 I found myself with Ragnoli and together we raised the pace going to take back all those who were in front of us, almost seeing that we lacked the winner and in the end Juri went away taking 2nd place. I am very happy especially because I didn’t suffer the distance and I finished the race without a crisis like at Tiliment”.

DNF for Jessica Pellizzaro after the infamous “Elba’s Wall”.

GIOELE DE COSMO TORNA A PRIMEGGIARE TRA GLI UNDER23

Nella quarta tappa di Internazionali d’Italia a Pineto degli Abruzzi (Te) Gioele De Cosmo conquista una splendida Top10 chiudendo al 9º posto assoluto, gara che gli vale anche la vittoria tra gli Under23. 

Mentre al Nord Italia infuriava il maltempo, fortunatamente la quarta tappa di Internazionali d’Italia Series a Pineto degli Abruzzi (Te) si è corsa sotto il sole e su terreno asciutto e veloce.
Il percorso divertente e non particolarmente tecnico ben si adattava alle caratteristiche di Gioele De Cosmo, il croscountrista del Team Trek Selle San Marco. Il giovane piemontese sapeva che doveva sfruttare questa tappa proprio per andare a recuperare punti preziosi sul suo diretto avversario Juri Zanotti nella corsa alla maglia di leader della categoria Under23.
Fin dalle prime battute Gioele ha corso all’attacco andando poi a chiudere con un ottimo 9º posto assoluto e 1º Under23. L’ultima tappa di Internazionali d’Italia Series a La Thuile sarà quindi decisiva per De Cosmo per cercare di andare a conquistare l’edizione 2019 delle Series.

Oggi è andata decisamente meglio di San Marino. Sapevo che era importante rosicchiare punti a Zanotti per la maglia. Sono partito e sono rimasto subito nelle prime 10 posizioni. Dopo il primo giro si sono formati dei gruppetti e io ho iniziato a soffrire un po’, fortunatamente ho trovato prima Pettinà e Colledani che mi hanno riportato sotto a Zanotti. A quel punto ho attaccato. Il gruppetto teneva alto il ritmo, io stringevo i denti per tenere Zanotti a circa 20″. La vittoria tra gli Under mi da una bella iniezione di fiducia per la prima prova di Coppa del Mondo ad Albstadt tra due settimane“.


[english version]

GIOELE DE COSMO BACK TO THE TOP SPOT IN THE UNDER23 CATEGORY
In the fourth stage of the Internazionali d’Italia Series in Pineto degli Abruzzi (Te) Gioele De Cosmo conquers a Top10 finishing in 9th place overall, a race that also earned him the victory among the Under23.

While in Northern Italy bad weather was raging, fortunately the fourth stage of the Internazionali d’Italia Series in Pineto degli Abruzzi (Te) ran in the sun and on dry and fast terrain.
The fun and not particularly technical course was well suited to the characteristics of Gioele De Cosmo, the XCO racer of the Team Trek Selle San Marco. The “young gun” knew that he had to take advantage in this stage on his direct opponent Juri Zanotti just to recover precious points in the race for the leader of the Under23 category.
Right from the start, Gioele attacked and then finished with an excellent 9th place overall and 1st Under23. The last stage of the International Series of Italy at La Thuile will therefore be decisive for De Cosmo to try to go to conquer the 2019 edition of the Series.

Today was much better than San Marino. I knew it was important to get closer to Zanotti in the GC. After the start I was immediately in the top 10 positions. After the first lap, small groups were formed and I started to suffer a little. Fortunately, I found Pettinà and Colledani who brought me back to Zanotti. At that point I attacked. The group kept up the pace, I clenched my teeth to hold Zanotti at about 20″. The victory among the Under gives me a nice boost of confidence for the first round of the World Cup in Albstadt in two weeks“.

Photo: Michele Mondini

GIORNATA DI MALTEMPO PER IL TEAM TREK SELLE SAN MARCO

Due atleti schierati alla Tiliment Marathon Bike e uno a San Marino per il Titano XCO. Entrambe le gare corse sotto il maltempo. In Friuli hanno tolto la salita più ostica a rischio neve, a San Marino ridotto di ben due giri per percorso pericoloso.

@Alessandrio Di Donato

Domenica difficile per il Team Trek Selle San Marco che vedeva tre dei suoi atleti impegnati su due fronti diversi.

I primi a prendere il via sono stati Fabian Rabensteiner e Damiano Ferraro. Per loro in programma la Tiliment Marathon a Spilimbergo (PN). Partenza sotto la pioggia e temperature molto basse che hanno convinto i giudici di gara ad accorciare il percorso di circa 10 km andando ad eliminare la salita al Monte Pala perché nella parte alta stava nevicando abbondantemente.

Fabian e Damiano sono partiti bene rimanendo nel gruppo di testa, quando questo si è frazionato Rabensteiner ha da prima risparmiato un po’ di energie rimanendo attorno alla 5ª posizione, così come Ferraro poco più dietro.

Più la distanza aumentava e più Fabian si portava verso la testa della corsa, passando all’ultimo rifornimento in testa insieme a Sasha Weber. Nello stesso tempoDamiano Ferraro accusava molto freddo e soprattutto sentiva le gambe vuote, ha quindi deciso di ritirarsi per evitare di andare in ipotermia e compromettere il prossimi appuntamenti.

Quando stava lottando per la vittoria, proprio nell’ultimo tratto di pianura, purtroppo Fabian Rabensteiner risentiva di un leggero mal di stomaco che lo portava a rallentare e a farsi passare dai suoi diretti avversari. Concludeva così la gara in 4ª posizione a 4’ dal vincitore.

Oggi sono andato meglio di quello che pensassi, sapevo di stare abbastanza bene, ma non pensavo così bene. Ho impostato la stessa tattica dello scorso anno sulla prima salita dura, l’ho presa in testa e sono andato a riprendere Sasha Weber e siamo andati via insieme. Sull’ultimo tratto di pianura un forte mal di stomaco mi ha colpito e ho avuto alcuni conati di vomito. Peccato perché mi ha fatto perdere il podio”, queste le parole di Fabian Rabensteiner.

Gara difficile anche per Gioele De Cosmo che ha dovuto lottare non solo contro i suoi avversari, ma anche contro il maltempo nella terza prova di Internazionali d’Italia Series a San Marino. Anche per lui una buona partenza in cui ha cercato di stare davanti per avvantaggiarsi su un tracciato reso molto viscido e difficile dalla pioggia. I tratti tecnici resi quasi impossibili dal fango hanno fatto soffrire non poco Gioele che ha comunque tenuto duro e portato a casa una buona prova, conclusa al 22º posto assoluto e 7º di categoria Under23. Scende di una posizione in classifica generale di Internazionali d’Italia Series, ma rimane comunque saldamente al terzo posto.

Oggi gara davvero epica, molto difficile e avevo una bella gamba, ma non la tecnica giusta. Non ho mai eccelso sul fango e oggi ne ho avuto la conferma. La cosa positiva è che ho una bella condizione e spero già di rifarmi a Pineto“.


[ENGLISH VERSION]

BAD WEATHER TODAY FOR THE TREK SELLE SAN MARCO TEAM
Two athletes lined up at the Tiliment Marathon Bike and one in San Marino for the Titano XCO. Both races under bad weather. In Friuli they removed the most difficult ascent to snow risk, in San Marino reduced by two laps due heavy rain.

Difficult Sunday for the Trek Team Selle San Marco with three of his athletes engaged on two different fronts.

The first to take off were Fabian Rabensteiner and Damiano Ferraro at the Tiliment Marathon in Spilimbergo (PN). Departure in the rain and very low temperatures that convinced the race judges to shorten the route by about 10 km and eliminate the climb to Monte Pala because in the upper part it was snowing.

Fabian and Damiano started well, remaining in the leading group, when they split up, Rabensteiner saved some energy at first, remaining around the 5th position, as did Ferraro just behind.

The more the distance increased the more Fabian moved towards the head of the race, moving on to the last refueling in the lead with Sasha Weber. At the same time Damiano Ferraro was feeling very cold and above all he felt his legs empty, so he decided to retire to avoid going into hypothermia and compromising the next races.

When he was fighting for the victory, right in the last stretch of the plain, unfortunately Fabian Rabensteiner suffered from a slight stomach ache that led him to slow down and be passed by his direct opponents. Thus ended the race in 4th position at 4 ‘from the winner.

“Today I went better than I thought, I knew I was pretty fit, but I didn’t think so well. I set the same tactics as last year on the first hard climb, I took it in the lead and I went to pick up Sasha Weber and we race together. On the last stretch of the plain a severe stomach ache struck me and I had some gagging. It’s a pity because it made me lose the podium “, these are the words of Fabian Rabensteiner.

Difficult race also for Gioele De Cosmo who had to fight not only against his opponents, but also against the bad weather in the third round of the International Italy Series in San Marino. Also for him a good start in which he tried to stay ahead to take advantage of a track made very slippery and difficult by the rain. The technical sections rendered almost impossible by the mud made Gioele suffer a lot, who nevertheless held firm and brought home a good test, ended in 22nd place overall and 7th in the Under23 category. He drops one position in the overall standings of the International Series of Italy, but remains firmly in third place.

Today was a really epic race, very difficult and I had a good fit, but not the right technique. I never excelled on the mud and today I got the confirmation. The good thing is that I know that I have a good condition and I hope to show it in Pineto“.

Photo: Alessando Di Donato