134A8097

E’ il volto storico del team, a cui è legato fin dalla fondazione e quindi l’unico a vestirne la maglia per la quarta stagione consecutiva. Una crescita costante per il biker trevigiano, che alla soglia dei trent’anni si presenta come uno dei più completi e forti atleti nel panorama nazionale e determinato a emergere sempre più anche a livello internazionale. Lo dimostra il 5° posto ai Mondiali Marathon 2015 in maglia Azzurra, che Damiano è chiamato a vestire come uno dei punti fermi della Nazionale.

La rassegna iridata è stata il culmine di una prima parte di stagione vissuta da protagonista, con la vittoria del Portugal Mtb Tour in coppia con Gutierrez e i successi alla Prosecchissima, Mtb Garda Marathon, Gf Spaccapria e nell’ultima tappa dell’Alpentour Trophy. A impreziosire il palmares arriva poi un’altra medaglia d’argento al Campionato Italiano Marathon, dopo quella conquistata nel 2013.

Nonostante gli infortuni in questi anni è riuscito a regalare al team grandi soddisfazioni. Passista scalatore con un passato da corridore su strada, dove ha gareggiato con ottimi risultati dalla categoria esordienti fino agli Elite, Damiano si è avvicinato al mondo della Mtb nel 2009. Tra le sue gare ideali ci sono le competizioni con percorso lungo, impegnativo e con salite medio-lunghe.

Hobby: in inverno mi piace sciare anche se il poco tempo e le stagioni degli ultimi anni ormai non lo permettono più di tanto. La montagna mi piace anche d’estate. Una mia passione è anche viaggiare e visitare paesi nuovi.

Film preferito: L’altra sporca ultima meta.

Musica preferita: mi piace un po’ di tutto, ma in particolare preferisco quella italiana.

Se non fossi diventato un biker…: sinceramente non so cosa avrei fatto. A dire il vero non ci ho mai pensato granché perché ho sempre creduto nel mio sogno…probabilmente sarei rimasto sempre nel settore bici.

Sceso dalla bici…: sono un ragazzo normalissimo, mi piace stare con gli amici o comunque in compagnia. Adoro andare al cinema e a divertirmi un po’. Da qualche mese sono anche zio di Filippo e passerei delle giornate intere con lui, ma gli impegni non me lo permettono.

Un successo, se ne hai, che porti nel cuore più di tutti e perché: il successo che porto nel cuore è la prima vittoria, su strada nella categoria juniores, perché la prima non si scorda mai. Nella Mtb invece non ne ho al momento una preferita. Potrei dire la marathon città di Garda 2015 per il modo in cui ho vinto, al comando da solo dall’inizio alla fine. Inoltre un altro risultato che mi rimarrà impresso è il quinto posto al Mondiale Marathon 2015 a Selva Val Gardena.

.