CAPE EPIC GRAN FINALE: FERRARO/PORRO ANCORA UNA VOLTA NELLA STORIA

Otto giorni e oltre 600km di fatica, sofferenza, sfortuna e tante soddisfazioni: questa la Cape Epic 2019 per il Team Trek Selle San Marco. Damiano Ferraro e Samuele Porro conquistano il terzo gradino del podio finale, come già avevano fatto nel 2016.

Solo una coppia nella storia della MTB Italiana è riuscita finora a salire sul podio finale della Cape Epic, quella formata da Samuele Porro e Damiano Ferraro. Ci erano riusciti nel 2016 ed ora hanno fatto il bis in questo 2019, con un altro bellissimo bronzo assoluto.

Per loro sono stati 8 giorni davvero duri, hanno dovuto combattere contro gli avversari, contro il difficile percorso sudafricano e anche un po’ contro la sfortuna, quella sfortuna che ha invece colpito duro Michele Casagrande e Fabian Rabensteiner. Il Team2 avrà anche finito in anticipo la sua gara, ma hanno corso ogni tappa dando il 110% pronti ad aiutare i loro compagni di squadra e a dimostrare di essere tra l’elite mondiale delle corse a tappe in MTB.

I complimenti sono d’obbligo anche per un altro team quello formato da Marco, Dario, Luisiana, e Fabio. Loro sono il team che non avete visto pedalare, ma è quello che ha corso per far si che i ragazzi potessero pensare solo ad spingere forte sui pedali.

COMPLIMENTI A TUTTO IL TEAM TREK SELLE SAN MARCO
PER QUESTO MAGNIFICO TERZO POSTO

 Ora è solo tempo di festeggiare e riposarsi. Si rientra in Italia con un trofeo in più e la consapevolezza di avere tutte le carte in regola per cercare di conquistare il gradino più alto… un giorno.

I commenti dei rider:

Michele Casagrande: La mia Cape-epic è stata negativa, la condizione era buona ma non siamo riusciti a cogliere un buon piazzamento nei primi giorni di gara, poi è arrivato anche l’infortunio alla spalla a fine quinta tappa! Fortunatamente per il team Damiano e Samuele hanno fatto una grande capeepic, così anche quest’anno portiamo a casa il risultato!

Damiano Ferraro: Volevamo provarci anche nell’ultima tappa, ma le gambe non erano quelle di ieri, siamo cosi stati nel gruppo coi Bulls e abbiamo amministrato il nostro terzo posto in generale senza rischiare nulla. Siamo molto contenti di questo terzo posto, molto importante per noi e per la squadra. Un ringraziamento va a tutti, tutti noi del team perché ce le siamo meritato.   

Fabian Rabensteiner: La nostra Cape Epic non é stata delle migliori, all’inizio non eravamo tanto sincronizzati: un giorno stava bene uno e l‘altro no, il giorno dopo il contrario. Sfortunatamente abbiamo trovato il sincrono solo alla quinta tappa, proprio quella in cui si è infortunato Michele.  Abbiamo perso l‘occasione di finire bene e di aiutare Samuele e Damiano. Sono riuscito ad arrivare fino alla fine con la maglia da outcast. Oggi ottime sensazioni nonostante bikers che partivano davanti a noi abbiano fatto un po’ di traffico e un paio di pit stop non abbiamo impiegato tanto più dei primi… questo mi da tanta fiducia per il continuo della stagione.

Samuele Porro: Molto contento del risultato. Vedere la foto del podio con me e Damiano di fianco a Nino e Avancini è qualcosa davvero di grandissimo. Io all’;inizio della Cape non pensavo di avere la forma giusta per fare questo risultato. Se guardiamo tutto possiamo dire di avere avuto un po’ più di sfortuna rispetto agli altri avversarti, quindi questo mi fa dire che eravamo davvero competitivi e che ogni giorno ci siamo presentati alla partenza concentrati e motivati. Un ringraziamento speciale va a tutto lo staff e i compagni di squadra.”

GRAN FINALE
11. Trek Selle San Marco 02:57:12.0 +4.04,7

Classifica FINALE
1. Scott-SRAM MTB-Racing  26:09:45.5
2. Cannondale Factory Racing 26:17:22.4 +7.36,9
3. Trek Selle San Marco 26:26:22.8 +16.37,3
4. BULLS Heroes 26:35:53.4 +26.07,9
5. SpecializedFoundationNAD 26:47:12.0 +37.26,5

Damiano Ferraro and Samuele Porro of Trek Selle San Marco celebrate finishing third overall during the final stage (stage 7) of the 2019 Absa Cape Epic Mountain Bike stage race from the University of Stellenbosch Sports Fields in Stellenbosch to Val de Vie Estate in Paarl, South Africa on the 24th March 2019.
Photo by Shaun Roy/Cape Epic
PLEASE ENSURE THE APPROPRIATE CREDIT IS GIVEN TO THE PHOTOGRAPHER AND ABSA CAPE EPIC

 

CAPE EPIC GRAN FINALE: FERRARO / PORRO ANOTHER TIME IN HISTORY
Eight days and over 600km of fatigue, suffering, misfortune and many satisfactions: this is the Cape Epic 2019 for the Trek Selle San Marco Team. Damiano Ferraro and Samuele Porro take the third step of the final podium, as they did in 2016.

Only one team in the history of Italian MTB has so far managed to get on the final podium of the Cape Epic, the one is formed by Samuele Porro and Damiano Ferraro. They had succeeded in 2016 and now they have done the encore in 2019, with another beautiful absolute bronze.

For them were really 8 hard days, they had to fight against their opponents, against the difficult South African’s course and also a little against bad luck, that bad luck that instead hit hard Michele Casagrande and Fabian Rabensteiner. Team2 will also have finished its race in advance, but they have ride every stage giving the 110%, ready to help their teammates and to show that they are among the world elite of MTB stage races. The compliments are a must also for another team, formed by Marco, Dario, Luisiana and Fabio. They are the team that you have not seen pedaling, but it is the one that has raced to make the kids think only of pushing hard on the pedals.

CONGRATULATIONS TO ALL THE TREK SELLE SAN MARCO TEAM FOR THIS MAGNIFICENT THIRD PLACE

 

Now it’s just time to celebrate and rest. You return to Italy with an extra trophy and the awareness of having all the cards in order to try to conquer the highest step … one day.

Michele Casagrande: My Cape-epic was negative, the condition was good but we couldn’t catch a good placement in the first days of the race, then the shoulder injury came at the end of the fifth stage! Fortunately for the team Damiano and Samuele they made a great capeepic, so this year we bring home the result!

Damiano Ferraro: We also wanted to try in the last stage, but the legs weren’t good, so we were in the group with the Bulls and we managed our third place without risking anything. We are very happy with this third place, very important for us and for the team. Thanks to everyone, all of us on the team because we deserved it.

Fabian Rabensteiner: Our Cape Epic was not the best, at the beginning we were not so synchronized: one day I was in the right shape and not Michele, the day after the opposite. Unfortunately we found the synchronous only at the fifth stage, the one in which Michele was injured. We missed the chance to finish well and to help Samuele and Damiano. I managed to get to the end with the outcast shirt. Today, good feelings despite bikers leaving in front of us have done a bit of traffic and a couple of pit stops we have not spent so much more than the first … this gives me so much confidence for the continuous of the season.

Samuele Porro: Very happy with the result. Seeing the photo of the podium with me and Damiano next to Nino and Avancini is something really great. At the beginning of the Cape I didn’t think I had the right shape to do this. If we look at everything we can say that we had a little more misfortune than the other opponents, so this makes me say that we were really competitive and that every day we presented ourselves at the start focused and motivated. A special thanks goes to all the staff and teammates.”

GRAN FINALE
11. Trek Selle San Marco 02: 57: 12.0 +4.04.7

Final ranking
1. Scott-SRAM MTB-Racing 26: 09: 45.5
2. Cannondale Factory Racing 26: 17: 22.4 +7.36,96,9
3. Trek Selle San Marco 26: 26: 22.8 +16.37,3
4. BULLS Heroes 26: 35: 53.4 +26.07.9
5. Specialized Funding NAD 26: 47: 12.0 + 37.26.5

CAPE EPIC TAPPA 6: UN TERZO POSTO AMARO PER IL TEAM TREK SELLE SAN MARCO

CAPE EPIC TAPPA 6: UN TERZO POSTO AMARO PER IL TEAM TREK SELLE SAN MARCO
Non tutti i bei risultati sono soddisfacenti. Oggi Samuele Porro e Damiano Ferraro hanno chiuso al terzo posto, ma erano partiti per vincere la tappa e, se non fosse stato per una caduta e conseguente problema meccanico, avrebbero tagliato il traguardo a  braccia alzate.

L’obiettivo è stato chiaro fin dai primi metri di gara: vincere la tappa. Samuele Porro e Damiano Ferraro del Team Trek Selle San Marco non volevano nient’altro e tutto stava andando secondo i piani. In testa con 4’ di vantaggio sugli inseguitori, e il team Avancini/Fumic ben distanziato. Purtroppo quando mancavano poco meno di 15 chilometri al traguardo Samuele cade e nella caduta rompe la ruota posteriore. Risalgono in sella, ma prima devono perdere tempo per rimettere aria nel copertone, poi si fermano ancora per mettere la camera d’aria e infine alla sosta tecnica cambiano ruota. Tutto questo li fa retrocedere fino alla terza posizione, che conservano fino al traguardo. Ancora una volta sul podio, ma oggi il terzo gradino non è quello soddisfacente.

Corsa in solitaria da Outcast per Fabian Rabensteiner dopo l’infortunio alla spalla di Michele Casagrande.

Samuele Porro: “Oggi ho commesso un errore che ci ha tolto la possibilità di vincere la tappa. Stavamo gestendo un vantaggio di 2’30” sugli inseguitori e sono caduto. Purtroppo la caduta ha causato un guasto meccanico e così prima abbiamo messo aria, poi abbiamo messo la camera d’aria ed in fine abbiamo dovuto cambiare ruota al water point. Bisogna comunque guardare il bicchiere mezzo pieno, il 3º posto GC è stato consolidato e siamo consapevoli di essere competitivi. Domani al Gran Finale avremo un’altra opportunità!

Damiano Ferraro: “Oggi è stato un peccato, perché subito sul primo strappo abbiamo capito di avere la gamba che senti e quella giusta per vincere. Ho guardato Samuele e ho capito che anche lui sentiva il giusto mood. Ci abbiamo provato e siamo andati via, fino a prendere un bel vantaggio. Poi dovevamo gestire la situazione, purtroppo poi sul più bello, quando le cose erano oramai solo da gestire, un inconveniente meccanico ci ha rallentato. Dobbiamo pensare che poteva andare peggio, soprattutto ora che non abbiamo più il secondo team di supporto alle spalle. Domani ultimo giorno e se staremo bene ci riproveremo, altrimenti dovremmo gestire e conquistare il terzo posto in classifica finale”.

Tappa 6
3. Trek Selle San Marco 03:53:54.7 +4.33,6

Classifica Generale
1. Scott-SRAM MTB-Racing 23:12:06.2
2. Cannondale Factory Racing 23:20:06.5 +8.00,3
3. Trek Selle San Marco 23:29:10.8 +17.04,6
4. BULLS Heroes 23:38:52.6 +26.46,4
5. SpecializedFoundationNAD 23:50:28.3 +38.22,1

Tappa di domani: GRAN FINALE 70km per 1800 metri di dislivello

Tappa di domani: 89km per 2650 metri di dislivello

Sarà possibile seguire in live streaming tutte le tappe sulla pagina facebook del teamdove riposteremo la diretta web della Cape Epic e alla fine di ogni giornata potrete trovare alcuni scatti in questa cartella dropbox: https://goo.gl/kJuzV5.

 

CAPE EPIC STAGE 6: SAD THIRD PLACE FOR THE TREK SELLE SAN MARCO TEAM
Not all good results are satisfactory. Today Samuele Porro and Damiano Ferraro finished in third place, but they wanted to win the stage and, if it hadn’t been for a fall and a problem, they will have won it.

The goal was clear from the start: win the stage. Samuele Porro and Damiano Ferraro of Team Trek Selle San Marco wanted nothing else than victory todayand everything was going according to plan. Leading with 4′ over the pursuers, and the Avancini / Fumic team well behind. Unfortunately Samuele fell just under 15 kilometers to the finish line and had a maechanical in the crash. They get back on the saddle, but first they have to waste time to put air back in the tire, then they stop again to put the inner tube and finally at the tech zone they changes wheel. All this makes them go back to the third position, which they keep up to the finish line. Once again on the podium, but today the third place is not satisfactory.

A solo run by Outcast for Fabian Rabensteiner after Michele Casagrande’s shoulder injury.

Samuele Porro: “Today I made a mistake that took away the chance to win the stage. We were managing an advantage of 2’30 “on the pursuers when I had a crash. Unfortunately the fall caused a mechanical failure and so before we put air in, then we put the inner tube and finally we had to change the wheel at the water point. However the 3rd place GC has been consolidated and we are aware of being competitive. Tomorrow at the Grand Finale we will have another opportunity! “

Damiano Ferraro: “Today it was a shame, because right away on the first climb we knew we had the right fit to win. I looked at Samuele and I realized that he too felt the right mood. We tried and we open a gap, then we manage the advantage, unfortunately when things were really good and the finish line near a mechanical problem slowed us down, I think it could be worse, now  we don’t have anymore the second team to support behind us. Tomorrow is the last day and if we feel good we’ll try again, otherwise we should manage and take third place in the final standings“.

Stage 6
3. Trek Selle San Marco 03:53:54.7 +4.33,6

General Classification
1. Scott-SRAM MTB-Racing 23:12:06.2
2. Cannondale Factory Racing 23:20:06.5 +8.00,3
3. Trek Selle San Marco 23:29:10.8 +17.04,6
4. BULLS Heroes 23:38:52.6 +26.46,4
5. SpecializedFoundationNAD 23:50:28.3 +38.22,1

Tomorrow’s stage: Grand Finale 70km for 1880 meters of gain

It will be possible to follow all the stages live on the team’s facebook page and at the end of each day you will find some shots in this dropbox: https://goo.gl/kJuzV5.

Photos by: Fabio Sartori / Michele Mondini

CAPE EPIC TAPPA 5: A PODIO NELLA TAPPA PIÙ SPETTACOLARE

CAPE EPIC TAPPA 5: A PODIO NELLA TAPPA PIÙ SPETTACOLARE
Era una delle tappe più temute, non solo per il chilometraggio, ma anche perché i giochi per la classifica si facevano duri. Gli alfieri del Team Trek Selle San Marco hanno corso alla grande e nonostante un po’ di sfortuna hanno colto il 3º posto e il 7º posto. Brutto infortunio per Michele Casagrande.

Ci sono tappe alla Cape Epic che non ti permettono mai di prendere un respiro, la quinta tappa di questo 2019 è stata proprio così. Un continuo colpo di scena dall’inizio alla fine. Tante cadute tra i team che andavano al 110% e anche un pizzico di sfortuna, come per Samuele Porro che è stato attardato nella prima parte di gara da un problema meccanico che ha fatto rimbalzare il Team1 attorno al 15º posto. Lui e Damiano Ferraro hanno spinto davvero forte per rientrare e, complice anche qualche problema tecnico degli avversari, sono riusciti a concludere la tappa con uno spettacolare 3º postoAncora una volta sul podio, ancora una volta a consolidare la terza posizione in classifica generale, rosicchiando anche qualche secondo agli avversari diretti.

Grandissima prova anche per il Team2 che ha trovato finalmente il giusto colpo di pedale per rimanere con il gruppo di testa e chiudere la tappa al 7º posto.

Purtroppo la giornata festosa è stata rovinata da una brutta notizia: sul rettilineo d’arrivo Rabensteiner e Casagrande si sono toccati inaspettatamente e sono rovinosamente caduti a terra. Un banale incidente che ha però causato la frattura della clavicola di Michele Casagrande che si vede quindi costretto al ritiro. Fabian sarà al via domani come Outcast, con l’obiettivo di finire la Cape Epic e aiutare il Team1.

Oggi avrebbe potuto essere una bellissima giornata, ma alla fine quella caduta proprio non ci voleva. Oggi io ho fatto tanta fatica nei primi 30km, poi mi sono ripreso e ogni km che passava mi sentivo meglio. Oggi siamo arrivati settimi, non lontani dal quinto. Finalmente avevamo trovato la gamba giusta, tutto filava per il verso giusto, ma adesso è davvero un peccato che Michele si sia fatto male. Ora domani parto come outcast e finisco la Cape Epic”, questo il commento di Fabian Rabensteiner a fine gara.

Damiano Ferraro ha commentato: “Io oggi non stavo molto bene, non ero molto in forma, ma nella nostra posizione non potevamo sederci e riposare, anzi dovevamo attaccare. Dopo aver risolto il problema di Samuele passavano i km e i mi sentivo meglio, ma non ero brillante. Alla fine è uscito un podio un po’ inaspettato. Davvero un peccato per la caduta e l’infortunio di Michele, purtroppo nella MTB sono cose che capitano”.

“Per descrive la tappa di oggi servirebbe un libro intero, – ha detto Samuele Porro. – ”Partiti soffrendo perché davanti Scott e Pyga hanno fatto subito un ritmo elevatissimo. Io e Ferraro abbiamo tenuto duro e siamo rimasti con Avancini e Fumic, questo era l’obiettivo gestire il vantaggio. Purtroppo dopo il primo water point ho sentito un crack e ho visto la sella rotolare, si è rotta la vite del reggisella. Ho pedalato senza sella per 10km circa, nel frattempo Michele e Fabian ci hanno raggiunti e, dopo aver cambiato la sella, con loro abbiamo fatto treno per rientrare sui Bulls che avevano preso circa 4 minuti di vantaggio. Quando li abbiamo raggiunti siamo stati un po’ con loro, poi sull’ultima salita abbiamo provato ad attaccare e il ritmo che tenevamo ci ha portato fino al terzo posto. Avrebbe dovuto essere una giornata di festa, ma l’infortunio di Michele fa davvero dispiacere, anche perché è successo proprio nel punto piu facile di una tappa che aveva un percorso davvero pericoloso e insidioso”.

Tappa 5
3. Trek Selle San Marco 04:25:44.0 +6.14,5
7. Trek-Selle San Marco 2 04:29:40.6 +10.11,1

Classifica Generale
1. Scott-SRAM MTB-Racing 19:20:25.3
2. Cannondale Factory Racing 19:25:38.9 +5.13,6
3. Trek Selle San Marco 19:35:16.0 +14.50,7
4. BULLS Heroes 19:41:54.9 +21.29,6
5. SpecializedFoundationNAD 19:54:46.1 +34.20,8
11. Trek-Selle San Marco 2 20:10:15.8 +49.50,5

Tappa di domani: 89km per 2650 metri di dislivello

Sarà possibile seguire in live streaming tutte le tappe sulla pagina facebook del teamdove riposteremo la diretta web della Cape Epic e alla fine di ogni giornata potrete trovare alcuni scatti in questa cartella dropbox: https://goo.gl/kJuzV5.

CAPE EPIC STAGE 5: A PODIUM IN THE MOST SPECTACULAR STAGE
It was one of the most feared stages, not only because of the mileage, but also because the fight for the GC was on fire. Team Trek Selle San Marco raced great and despite a bit of bad luck they took 3rd place and 7th place. Injury for Michele Casagrande. 

There are stages at Cape Epic that never let you take a breath, the fifth stage of this 2019 was just like that. A continuous twist from the beginning to the end. Many falls between the teams that rode at 110% and also a bit of bad luck, as for Samuele Porro who was delayed in the first part of the race by a mechanical problem that made the Team1 bounce around the 15th place. He and Damiano Ferraro pushed really hard to get back in and, also due to some technical problems with their opponents, they managed to finish the stage with a spectacular 3rd place. Once again on the podium, once again to consolidate the third position in the overall standings, nibbling even a few seconds at the direct opponents.

Great day also for Team2 of Fabian Rabensteiner and Michele Casagrande who finally found the right fit to stay with the leading group and close the stage in 7th place.

Unfortunately, the festive day was ruined by a bad news: on the arrival straight, Rabensteiner and Casagrande unexpectedly touched and fell to the ground. A trivial incident which, however, caused the fracture of Michele Casagandre’s collarboneand forced him  to retire. Fabian will be at the start tomorrow as an Outcast, with the aim of finishing the Cape Epic and helping Team1.

Today could have been a beautiful day, but in the end everything was ruined. Today I made so much effort in the first 30km, then I recovered and every mile that passed I felt better. Today we arrived seventh, not far from the fifth. Finally we had found the right leg, everything was going the right way, but now it’s really a pity that Michele broke the collarbone. Tomorrow I start as an outcast and finish the Cape Epic”, this is the comment by Fabian Rabensteiner at the end of the race.

Damiano Ferraro commented: “Today I was feeling not very well, but in our position we could not sit and rest, rather we had to attack. After having solved the problem of Samuele, we rode really hard and  as the km passed I felt better, but I wasn’t brilliant. In the end a somewhat unexpected podium came out. Really a pity for Michele’s fall and injury, unfortunately in MTB these are things that happen”.

For describing today’s stage, an entire book would be needed,” said Samuele Porro. – “Started suffering because in front Scott and Pyga immediately set a really high rhythm. Ferraro and I held on and stayed with Avanci and Fumic, this was the goal of today: managing the advantage. Unfortunately after the first waterpoint I heard a crack and saw the saddle roll, the seatpost screw broke. I rode without a saddle for about 10km, in the meantime Michele and Fabian joined us and, after changing the saddle, we rode with them to return on the wheels of the Bulls which had taken about 4 minutes of advantage. When we reached them we stay a bit with them, then on the last climb we attack and the pace we kept led us to third place. It should have been a day of celebration, but Michele’s injury is really displeasing, also because it happened right at the most easy point of a stage that had a really dangerous and insidious path”.

Tomorrow’s stage: 89km for 2650 meters of gain

Stage 5
3. Trek Selle San Marco 04:25:44.0 +6.14,5
7. Trek-Selle San Marco 2 04:29:40.6 +10.11,1

General Classification
1. Scott-SRAM MTB-Racing 19:20:25.3
2. Cannondale Factory Racing 19:25:38.9 +5.13,6
3. Trek Selle San Marco 19:35:16.0 +14.50,7
4. BULLS Heroes 19:41:54.9 +21.29,6
5. SpecializedFoundationNAD 19:54:46.1 +34.20,8
11. Trek-Selle San Marco 2 20:10:15.8 +49.50,5

It will be possible to follow all the stages live on the team’s facebook page and at the end of each day you will find some shots in this dropbox: https://goo.gl/kJuzV5.

Photos by: NickMuzic/CapeEpic –  Michele Mondini

CAPE EPIC TAPPA 4: LA CRONOMETRO RIPORTA AL TERZO POSTO IL TEAM TREK SELLE SAN MARCO

La cronometro era temuta dal Team Trek Selle San Marco, più avvezzo alle gare sulla distanza che agli sforzi brevi ed intensi, eppure oggi Ferraro Damiano e Samuele Porro hanno dimostrato di essere davvero in forma andando a cogliere un ottimo 4º tempo. Soprattutto si sono messi alle spalle la coppia Huber/Stiebjahn e riconquistato il terzo posto in classifica generale.

Damiano Ferraro: ” Oggi è stata una cronometro molto intensa. Tanti single track alternati a strappi duri e strade veloci dove bisognava menare. Come nel prologo siamo partiti a tutta e finito a tutta. Siamo andati molto forte soprattutto sui sentieri tecnici in discesa. Questo ci ha permesso di recuperare i secondi persi ieri sui Bulls. Ora recuperiamo le energie e guardiamo alle prossime tappe.”

Giornata positiva anche per il Team2 di Michele Casagrande e Fabian Rabensteiner, che chiudono dentro la Top20 con il 16º tempo. Per loro nessuna variazioni in classifica generale, rimangono saldamente al 12º posto, poco distanti dalla Top10.

Michele Casagrande: “Oggi è stata una cronometro davvero impegnativa, ma anche molto bella e tecnica! Io e Fabian abbiamo tenuto un ritmo buono per tutta la corsa, le sensazioni sono in netto miglioramento e siamo fiduciosi per le prossime tappe”.

Tappa 4
4. Trek Selle San Marco 01:42:03.8 +3.22,3
16. Trek-Selle San Marco 2 01:45:19.2 +6.37,7

Classifica Generale
1. Cannondale Factory Racing 14:59:41.5
2. Scott-SRAM MTB-Racing 15:00:55.0 +1.13,5
3. Trek Selle San Marco 15:09:31.9 +9.50,4
4. BULLS Heroes 15:09:45.4 +10.03,9
5. Centurion Vaude 15:20:06.1 +20.24,6
12. Trek-Selle San Marco 2 15:40:35.1 +40.53,6

Tappa di domani: 100km per 2850 metri di dislivello

[ENGLISH VERSION]
CAPE EPIC STAGE 4: TIME TRIAL BRING BACK TEAM TREK SELLE SAN MARCO TEAM TO THE THIRD PLACE
A 43km time trial, this is the fourth stage of the Cape Epic 2019. Ferraro / Porro’s Team1 proves to have character and closes in 4th place, regaining the third step of the podium in the general classification.

The time trial was feared by the Team Trek Selle San Marco, more used to endurance races than to short and intense efforts, yet today Damiano Ferraro and Samuele Porro have proven to be really fit going to catch a great 4th time. Above all, they left behind the Huber / Stiebjahn team and regained third place overall.

Damiano Ferraro: “Today it was a very intense Time Trial. Many single tracks alternated with hard climbs and fast roads where we had to push hard. As in the prologue we started full gas and ended up full gas. We went very fast, especially on the technical downhill. This allowed us togain the seconds lost yesterday on the Bulls. team. Now we;ll recover our energy and look at the next stages. ”

Day less positive for Team2 formed by Michele Casagrande and Fabian Rabensteiner, who however close inside the Top20 with the 16th time. For them no changes in the overall standings remain firmly in 12th place, not far from the Top 10.

Michele Casagrande: “Today was a really challenging time trial, but also very beautiful and technical! Fabian and I kept a good pace throughout the race, our fit is improving and we are confident for the next stages”.

CAPE EPIC TAPPA 3: ARRIVA IL PRIMO PODIO PER IL TEAM TREK SELLE SAN MARCO

Mens Podium: 2nd Place Urs Huber & Simon Stiebjahn BULLS Heroes, 1st Place Henrique Avancini & Manuel Fumic of Cannondale Factory Racing, 3rd Place Damiano Ferraro & Samuele Porro of Trek Selle San Marco during stage 3 of the 2019 Absa Cape Epic Mountain Bike stage race held from Oak Valley Estate in Elgin, South Africa on the 20th March 2019.
Photo by Shaun Roy/Cape Epic
PLEASE ENSURE THE APPROPRIATE CREDIT IS GIVEN TO THE PHOTOGRAPHER AND ABSA CAPE EPIC

La Cape Epic è considerata una delle gara più dure al mondo per tanti motivi, ma anche perché tutto può succedere. Oggi, nella terza tappa, i ragazzi del Team Trek Selle San Marco hanno gareggiato davvero bene, con testa ed intelligenza e grazie a questo hanno conquistato il primo podio nella gara di quest’anno. Problemi meccanici per i leader in carica e quindi tutto il gruppo che alza vertiginosamente il ritmo per andare a guadagnare posizioni. Il Team1 di Ferraro Damiano e Samuele Porro ha chiuso la tappa al terzo posto con una condotta di gara eccellente nonostante una piccola caduta di Porro nel finale che li ha costretti a rincorrere. Si festeggia il podio, ma purtroppo si retrocede di una posizione in classifica generale. Samuele e Damiano, nonostante la grande prova di oggi, hanno dovuto cedere 11 secondi al team Bulls che ora li precede al terzo posto nella generale.

“Oggi l’angelo custode Damiano Ferraro mi ha portato all’arrivo…” ha detto Samuele Porro al termine. “Terzo posto sofferto per me, ma visto la giornataccia sono super contento per il podio e per i distacchi che sono minimi per un tappone da 4h30”. “Siamo stati astuti a fare gara regolare dall’inizio, purtroppo una piccola caduta ci ha fatto perdere un po’ il treno, ma sappiamo che da qui alla fine è lunga”, ha aggiunto Damiano.

Una buona tappa anche per il Team2 di Fabian Rabensteiner e Michele Casagrande che hanno chiuso al 12º posto.

“Oggi è andata meglio delle altre tappe perché abbiamo tenuto un ritmo regolare senza fare fuori giri, la tappa era lunga e in alcuni tratti pericolosa, ma non abbiamo preso rischi. Ora recuperiamo e domani speriamo in una bella cronometro”, questo il commento di Michele Casagrande.

Tappa 3
3. Trek Selle San Marco1 4:33.44
12. Trek-Selle San Marco 2 4:43.10

Classifica Generale
1.Cannondale Factory Racing 13:19:31.9
2.Scott-SRAM MTB-Racing 13:22:13.4 +2.41,5
3. BULLS Heroes 13:27:17.0 +7.45,1
4. Trek Selle San Marco 13:27:28.0 +7.56,1
5. Centurion Vaude 13:36:45.4 +17.13,5
12. Trek-Selle San Marco 2 13:55:15.8 +35.43,9

Tappa di domani: cronometro di 43km per 1000 metri di dislivello

Samuele Porro and Damiano Ferraro of Trek Selle San Marco celebrate third place on stage 3 of the 2019 Absa Cape Epic Mountain Bike stage race held from Oak Valley Estate in Elgin, South Africa on the 20th March 2019.
Photo by Shaun Roy/Cape Epic
PLEASE ENSURE THE APPROPRIATE CREDIT IS GIVEN TO THE PHOTOGRAPHER AND ABSA CAPE EPIC

[ENGLISH VERSION]
CAPE EPIC STAGE 3: FIRST PODIUM FOR THE TEAM TREK SELLE SAN MARCO
The third stage of the Cape Epic has so far been the most spectacular. Many twists in the leading group, but above all the first podium for the riders of the Team Trek Selle San Marco.

The Cape Epic is considered one of the toughest races in the world for many reasons, but also because anything can happen. Today, in the third stage, the guys from Team Trek Selle San Marco raced really well, with head and intelligence and thanks to this they took the first podium in this year’s race. Mechanical problems for the leaders in charge and therefore the whole group that dramatically raises the pace to go to gain positions. The Team1 of Damiano Ferraro and Samuele Porro closed the stage in third place with an excellent race behavior despite a small fall of Porro in the final that forced them to chase . The podium is celebrated, but unfortunately it recedes a position in general classification. Samuele and Damiano, despite the big test today, had to give up 11 seconds to the Bulls team who now precedes them in third place overall.

“Today Damiano took me to the finish line …” Samuele Porro said at the end. “Third place suffered for me, but given the bad day I am super happy for the podium and for the gaps that are minimal for a 4h30 stage”. “We were astute in making a regular race from the start, but unfortunately a small fall made us lose the train a bit, but we know that from here to the end it is long,” Damiano added.

A good stage also for Fabian Rabensteiner and Michele Casagrande’s Team2 who finished in 12th place.
“Today was better than the other stages because we kept a steady pace without making turns, the stage was long and in some places dangerous, but we took no risks. Now we recover and tomorrow we hope for a good time trial”, this is Michele Casagrande’s comment.

Stage 3
3. Trek Selle San Marco1 4: 33.44
12. Trek-Selle San Marco 2 4: 43.10

General Classification
1.Cannondale Factory Racing 13: 19: 31.9
2.Scott-SRAM MTB-Racing 13: 22: 13.4 +2.41,5
3. BULLS Heroes 13: 27: 17.0 +7.45,1
4. Trek Selle San Marco 13: 27: 28.0 +7.56.1
5. Centurion Vaude 13: 36: 45.4 +17.13.5
12. Trek-Selle San Marco 2 13: 55: 15.8 +35.43.9

Tomorrow’s stage: 43km time trial for 1000 meters of elevation gain.

Photos: @NickMuzic@ShaunRoy/CAPEEPIC

Damiano Ferraro and Samuele Porro of Trek Selle San Marco chase for 3rd place during stage 3 of the 2019 Absa Cape Epic Mountain Bike stage race held from Oak Valley Estate in Elgin, South Africa on the 20th March 2019.
Photo by Nick Muzik/Cape Epic
PLEASE ENSURE THE APPROPRIATE CREDIT IS GIVEN TO THE PHOTOGRAPHER AND ABSA CAPE EPIC

CAPE EPIC TAPPA 2: TEAM TREK SELLE SAN MARCO SALE AL TERZO POSTO NELLA GENERALE

Photos by Shaun Roy/Cape Epic

La seconda tappa della Cape Epic misurava 90km, il gruppo di testa ha corso davvero a ritmo elevato chiudendo in circa 3 ore 30’. Ferraro/Porro hanno corso con intelligenza rimanendo nel primo gruppo fino alla fine e tagliando il traguardo al 4º posto che gli regala la terza piazza nella generale.

L’esperienza dei ragazzi del Team Trek Selle San Marco nella Cape Epic sta emergendo ogni giorno di più. Nella seconda tappa, che misurava 90km, le due coppie sono rimaste entrambe nel gruppo di testa fino al terzo Water Point, quindi ai -50 dall’arrivo, poi davanti hanno alzato il gruppo frazionandolo e solo Damiano Ferraro e Samuele Porro sono riusciti a restare nel gruppo dei leader. Nell’ultima salita prima del traguardo un’altra accelerata, i riders del Team Trek Selle San Marco hanno accusato un po’, ma mantenendo un ritmo costante conquistano la quarta posizione di tappa. Un risultato che gli permette di guadagnare il terzo posto in classifica generale, a soli 4’ di distacco dalla seconda coppia.

Il Team Trek Selle San Marco 2 di Fabian Rabensteiner e Michele Casagrande chiude al 18º posto

Damiano Ferraro: “Oggi a differenza di ieri abbiamo corso senza errori e sempre concentrati nelle prime posizioni. Ritmo alto fin da subito, e gruppo che si assottigliava km dopo km. Siamo rimasti 4 coppie in testa, ma a 5 chilometri dall’arrivo il team Scott ha aperto il gas in maniera impressionante.  Io e Samuele non siamo riusciti a tenere il ritmo e siamo arrivati al traguardo davvero con le ultime energie, anche perché la tappa doveva essere di 90km invece ne abbiamo trovi 3 in più. Sembra poco, ma quando i ritmi sono così alti può essere davvero un problema. Siamo comunque molto soddisfatti, soprattutto del terzo posto in generale, ora cerchiamo di recuperare energie in vista di domani che sarà ancora una tappa dura e lunga”.

Fabian Rabensteiner: “Ieri è stata davvero dura, oggi è andata meglio, anche se non siamo ancora al 100% della condizione. Siamo rimasti davanti per 65km, col primo gruppo poi abbiamo rallentato un po’ perché il ritmo era davvero alto e forse abbiamo speso un po’ troppo dove potevamo invece rifiatare. La condizione sta comunque crescendo. Ora cerchiamo di dare una mano a Samuele e Damiano che sono in ottima posizione, non nascondiamo di avere in testa di voler provare a vincere una tappa se sentiamo buone sensazioni.”

Tappa 2
4. Trek Selle San Marco1  03:39:31.5 +1.50,2
18. Trek-Selle San Marco 2 03:50:31.6 +12.50,3

Generale
3.Trek Selle San Marco 08:53:43.9 +8.16,4
12. Trek-Selle San Marco 2 09:12:05.7 +26.38,2

Tappa di domani: 107 km per 2880 metri di dislivello


ENGLISH VERSION

CAPE EPIC STAGE 2: TEAM TREK SELLE SAN MARCO COMES UP THE THIRD PLACE IN THE GENERAL
The second stage of the 2019 Cape Epic measured 90km, the leading group actually raced at a high pace closing in about 3 hours 30 minutes. Ferraro / Porro raced intelligently remaining in the first group till the end and crossing the line in 4th place that gives them the third place in the general.

The experience of the Team Trek Selle San Marco in the Cape Epic is emerging more and more every day. In the second stage, which measured 90km, the two couples remained both in the leading group up to the third Water Point, around -50km from the finish, then the speed raised splitting the group and only Damiano Ferraro and Samuele Porro managed to stay with the leaders. In the last climb before the finish line another accelerated, the riders of the Team Trek Selle San Marco can’t follow, but keeping a steady pace they conquer the fourth position. A result that allows them to gain third place in the overall standings, just 4′ behind the second team.

Team Trek Selle San Marco 2 of Fabian Rabensteiner and Michele Casagrande closes in 18th place.

Damiano Ferraro: “Today, unlike yesterday, we raced without errors and always in the top positions. High pace right from the start, and group that thinned km after km. We were four team ahead, but at 5 kilometers from the finish the Scott team opened the throttle impressively. Samuele and I were not able to keep the pace and we reached the finish line really with the last energy, also because the stage had to be 90km but we have 3 more. It seems little, but when the rhythms are so high it can really be a problem. However, we are very satisfied, especially with regards to third place overall, now we are trying to recover energy for tomorrow which will still be a hard and long stage ”.

Fabian Rabensteiner: “Yesterday was really tough, today it was better, even if we are not yet 100% of the condition. We stayed ahead for 65km, with the first group then we slowed down a bit because the pace was really high and maybe we spent a little too much where we could catch our breath. However, the condition is growing. Now let’s try to help Samuele and Damiano who are in an excellent position, let’s not hide that we want to try to win a stage if we feel good.”

Stage 3
4. Trek Selle San Marco1  03:39:31.5 +1.50,2
18. Trek-Selle San Marco 2 03:50:31.6 +12.50,3

GC
3.Trek Selle San Marco 08:53:43.9 +8.16,4
12. Trek-Selle San Marco 2 09:12:05.7 +26.38,2

Tomorrow’s stage 3: 107 km for 9800 meters of climB.

CAPE EPIC TAPPA 1: LA LUNGA DISTANZA FA BENE AL TEAM TREK SELLE SAN MARCO

 

Photo by Nick Muzik/Cape Epic
La prima tappa, lunga 111km, ha riportato i due team Trek Selle San Marco nelle prime posizioni del gruppo. Ritmo molto alto fin dall’inizio, i ragazzi impostano il loro passo che si rivelerà quello giusto e li porterà alla volata per il podio. Chiudono al 5º posto Team1 e al 12º Team2.

Lo avevamo annunciato già ieri: con l’arrivo delle tappe lunghe sarebbero emerse le vere caratteristiche dei ragazzi del Team Trek Selle San Marco. Nella prima tappa completa della Cape Epic 2019, 111km per 2700 metri di dislivello, i nostri due team sono partiti all’interno del gruppone di testa, quando poi il ritmo è salito hanno preferito continuare del loro passo, una scelta che si è rivelata ottima perché proprio nella seconda parte della tappa hanno risalito posizione su posizione. Il Team1 composto da Samuele Porro e Damiano Ferraro ai -10 dall’arrivo era in piena battaglia per il terzo posto assoluto, purtroppo dovevano affrontare da soli le due coppie del Team Bulls che nella volata finale hanno sfruttato il gioco di squadra per  relegare i ragazzi del Team Trek Selle San Marco al 5º posto a 4’12” dai leader.

Molto buona anche la prestazione del Team2 di Fabian Rabensteiner e Michele Casagrande che è rimasto sempre con il secondo gruppo di inseguitori  con un distacco di 10’39”

Positivo il commento di Samuele Porro al termine: “Oggi siamo molto contenti. Io personalmente non ero super ottimista per la giornata di oggi, Damiano mi ha aspettato un po’ all’inizio e sentiamo che finalmente stiamo iniziando ad ingranare e trovare il giusto colpo di pedale. Ho solo un po’ di rammarico perché dopo il terzo water point siamo rimasti un po’ attardati, non abbiamo preso la salita in testa mentre davanti hanno attaccato e il gruppo si è frazionato e si è aperto un buco, quindi io, Michele e Fabian siamo rimasti un po’ attardati. Damiano mi ha aspettato al rifornimento e da li abbiamo lanciato l’inseguimento. Alla fine eravamo soli contro due squadre Bull che si sono date una mano e ci hanno tagliato fuori per il terzo posto. Siamo comunque molto contenti e domani cercheremo di rimanere ancora lì”.

Anche Michele Casagrande è soddisfatto della tappa del Team2: “Oggi andata decisamente meglio di ieri, abbiamo perso qualcosa dai primi, ma abbiamo corso bene e recuperato qualche posizione in classifica arrivando vicini alla Top10 anche se la condizione non è ancora ottimale, quindi questo ci fa ben sperare per il prosieguo. Ora cercheremo di trovare la buona condizione domani e fare meglio nelle prossime tappe”.

Tappa 3: 90 km per 2250 metri di dislivello

Sarà possibile seguire in live streaming tutte le tappe sulla pagina facebook del teamdove riposteremo la diretta web della Cape Epic e alla fine di ogni giornata potrete trovare alcuni scatti in questa cartella dropbox: https://goo.gl/kJuzV5.


ENGLISH VERSION

Photo by Nick Muzik/Cape Epic

CAPE EPIC STAGE 1: THE LONG DISTANCE IS GOOD FOR THE TREK SELLE SAN MARCO TEAM
Stage 1, 111 km, brought the two Trek Selle San Marco teams to the front. Very high pace from the beginning, the boys set their pace which will prove to be the right one and will take them to the podium sprint. Team1 finished in 5th place and Team2 12th.

We had already announced it yesterday: with the arrival of the long stages the true skills of the Team Trek Selle San Marco’s riders would emerge. In the first stage of the Cape Epic 2019, 111km for 2700 meters in altitude, our two teams raced inside the first group, when the pace went up they preferred to continue on their pace, a choice that turned out to be excellent because in the second part of the stage they moved up position on position. The Team1 of Samuele Porro and Damiano Ferraro at -10km from the finish was in full battle for third place overall, unfortunately they had to face alone the two pairs of Team Bulls that in the final sprint exploited the team game to relegate the Team Trek Selle San Marco in 5th place at 4’12 “from the leaders.

The performance by Fabian Rabensteiner and Michele Casagrande of Team2 was also very good and they always remained with the second group of pursuers, closing 12th with a gap of 10’39 “

The comment of Samuele Porro at the end was positive: “Today we are very happy. I personally wasn’t super optimistic for the day today, Damiano waited for me a bit i the first part of the stage and we feel that we are finally starting to get going and find the right pedal stroke. Only a little regret: after the third water point we didn’t take the uphill in the front while they attacked and the group split up, then I, Michele and Fabian we were a little late. Damiano waited for me at the refueling and from there we launched the pursuit. In the end we were alone against two Bull teams that cut us off for third place in the sprint. However we are very happy and tomorrow we will try to stay there again”.

Michele Casagrande is satisfied with the Team2 stage: “Today went much better than yesterday, we lost some time from the firsts, but we ran well and recovered some position in the general standings coming close to the Top10 even if the condition is not yet optimal, so this bodes well for the rest. Now we will try to find the good condition tomorrow and do better in the next stages”.

Tomorrow’s stage 2: 90 km for 2250 meters in altitude

CAPE EPIC PROLOGO: BUONE LE SENSAZIONI DEL TEAM TREK SELLE SAN MARCO

Aperte le danze alla Cape Epic 2019. Un prologo molto veloce poco adatto alle caratteristiche dei riders del Team Trek Selle San Marco, ma che hanno comunque trovato buone sensazioni e la giusta carica per far bene nelle prossime tappe.

Un prologo che aveva il sapore di uno short track di Coppa del Mondo, non proprio l’ideale per le caratteristiche dei ragazzi del Team Trek Selle San Marco. Nonostante questo i risultati sono stati positivi, ma soprattutto le sensazioni al traguardo.

Dopo i 20km e 600 metri di dislivello il Team1 formato da Samuele Porro e Damiano Ferraro ha chiuso al 13º posto assoluto a 2’ 13” dalla coppia vincitrice, mentre il Team2 di Michele Casagrande e Fabian Rabensteiner ha chiuso al 21º posto con un distacco di 3’08”.

“Oggi abbiamo fatto un ottimo prologo per le nostre caratteristiche – ha detto Damiano Ferraro – Siamo partiti forte e abbiamo poi tenuto un buon ritmo. Domani laprima tappa completa e vedremo come risponde il fisico”.

“Siamo partiti più o meno come lo scorso anno – ha invece detto Fabian Rabensteiner – I primi 15 minuti abbiamo tenuto un ritmo molto alto, ma poi abbiamo dovuto rallentare un po’, ma le sensazioni sono quelle buone e guardiamo con positività ai prossimi giorni”.

Domani prima tappa completa: 111km per 2700 metri di dislivello.

Sarà possibile seguire in live streaming tutte le tappe sulla pagina facebook del team dove riposteremo la diretta web della Cape Epic e alla fine di ogni giornata potrete trovare alcuni scatti in questa cartella dropbox: https://goo.gl/kJuzV5.

Oltre alla Cape Epic il Team Trek Selle San Marco era impegnato con Gioele De Cosmo alla GF Monteriggioni. Per la prima ora e mezza di gara è rimasto nel gruppo di testa, un ottimo risultato per lui che punta soprattutto al XC. Al termine chiude 12º assoluto.

[ENGLISH VERSION}

CAPE EPIC PROLOGUE: GOOD SENSATIONS FOR THE TREK SELLE SAN MARCO TEAM

Opening of the 2019 Cape Epic. A very fast prologue not very suitable for the characteristics of the riders of the Trek Selle San Marco Team, but who have found good sensations and the right energy to do well in the next stages.

A prologue that had the flavor of a World Cup short track, not exactly ideal for the characteristics of the Trek Selle San Marco Team guys. Despite this the results were positive, but above all were positive the sensations at the finish line.

After 20km the Team1 formed by Samuele Porro and Damiano Ferraro closed in 13th place overall at 2 ’13” from the winning couple, while Team2 of Michele Casagrande and Fabian Rabensteiner closed in the 21st place with a gap of 3’08”.

“Today we made an excellent prologue for our characteristics – said Damiano Ferraro – We started strong and then we kept a good pace. Tomorrow will be the first complete stage and we will see how the body responds “.

“We started more or less like last year – Fabian Rabensteiner said instead – The first 15 minutes we kept a very high pace, but then we had to slow down a bit, but the sensations are good and we look at the next days with positive “.

Tomorrow the first complete stage: 111km for 2700 meters in altitude.

It will be possible to follow all the stages live on the team’s facebook page where we will post the live Cape Epic.

In addition to the Cape Epic, the Trek Selle San Marco Team was engaged with Gioele De Cosmo at the GF Monteriggioni. For the first hour and a half of the race he remained in the leading group, a very good result for him that mainly points to the XC races. At the end closes 12th overall.

CAPE EPIC TAPPA 4

INCREDIBILE STORICA VITTORIA PER PORRO E FERRARO
ORA TERZI NELLA GENERALE

1MK46227

Vicenza, 17 marzo 2016 – La prima volta alla CAPE EPIC per il Team Trek-Selle San Marco si sta rivelando tutt’altro che una corsa per fare esperienza e misurarsi con i più forti biker al mondo. Le due coppie schierate nella massacrante corsa a tappe sudafricana, non si nascondono più e oggi nella quarta tappa hanno sferrato l’attacco decisivo che ha consentito a Samuele Porro e Damiano Ferraro di tagliare il traguardo per primi, conquistando uno storico successo.

I due italiani hanno dominato la frazione più breve di questa edizione, ma caratterizzata da salite dure (75 km e 1850 metri di dislivello) con partenza e arrivo a Wellington. Un percorso dove ci si attendevano gli specialisti del cross-country e invece a trionfare sono stati il Campione Italiano Marathon e colui che è entrato ormai di diritto tra i migliori a livello internazionale sulle lunghe distanze: Porro e Ferraro “the Italian Stallions”, come li hanno soprannominati alla Cape Epic, hanno controllato la corsa rimanendo nel gruppo di testa fino al terzo rifornimento, quando hanno accelerato per andare a prendersi il gradino più alto del podio con 1’11” di vantaggio sui Bulls e sui CST Superior.

Siamo partiti tranquilli, decisi a non spingere troppo” spiega felice Porro all’arrivo “Quando siamo arrivati al terzo Water Point, a circa 25 km dal traguardo, abbiamo capito che era il momento di attaccare. Volevamo avvantaggiarci e siamo partiti. Siamo venuti qui alla Cape Epic per fare esperienza e oggi ci ritroviamo sul primo gradino del podio. E’ incredibile”. Entusiasta anche Ferraro che aggiunge: “Vincere qui non è facile e trovare le parole per spiegare le sensazioni che proviamo in questo momento è quasi impossibile. Voglio ringraziare ancora sia la squadra B sia tutto lo staff per l’ottimo lavoro”.

 

Impensabile alla vigilia anche ritrovarsi terzi in classifica generale. Grazie alla prestazione odierna e al ritiro del Team Topeak Ergon per infortunio di Hynek, il Team Trek-Selle San Marco A scala una posizione, che ora cercherà con tutte le forze di difendere. A supportarli nell’impresa, una straordinaria squadra B formata da Ivan Alvarez Gutierrez e Fabian Rabensteiner, che anche nella tappa di oggi si sono superati, arrivando al traguardo in settima posizione, a 3 minuti dai compagni e guadagnando anche loro una posizione in classifica generale, dove sono ottavi a un paio di minuti dal settimo posto.

CAPE EPIC IN TV

cape-epic-logo

L’evento dell’anno per il mondo della mountain-bike e per il nostro Team si sta avvicinando. Domenica 13 marzo con il prologo di Meerendal Wine Estate scatta la 13esima edizione della Cape Epic, la massacrante competizione a tappe in coppia che propone impegnativi percorsi attraverso la selvaggia regione del Western Cape in Sudafrica.

Ogni anno si sfidano qui i più forti biker al mondo e per la prima volta vi parteciperà il Team Trek Selle San Marco, che sarà al via con due coppie formate da Damiano Ferraro con il Campione Italiano Marathon Samuele Porro e da Ivan Alvarez Gutierrez con Fabian Rabensteiner.

I nostri atleti sono arrivati ieri nel pomeriggio a Cape Town, accompagnati dal Team Coordinator Marco Trentin, dal meccanico Fabio Sartori e dal fisioterapista Christian Fill. In questi giorni che precedono la gara, si dedicheranno agli allenamenti e a provare parte del percorso. In programma anche una pedalata promozionale organizzata dal distributore di Trek per il Sudafrica.

La CAPE EPIC potrà essere seguita anche in Tv su BIKE Channel canale SKY 214. L’appuntamento è tutte le sere da lunedì 14 a lunedì 21 marzo dalle 20.30 alle 22.30.

Ogni tappa andrà poi in replica la mattina successiva dalle 8.30 alle 10.30

Non perdetevi le performance dei nostri atleti e lo spettacolo di quello che viene definito il “Tour de France della Mountain Bike”.

IMG_0108